Piazza B. Paganelli

Lavoro è Libertà - in memoria di Virginia e Balilla Paganelli

Gruppo scultoreo - piazza Balilla Paganelli - nei giardini pubblici

LAVORO E’ LIBERTA’ DONO DELLA FONDAZIONE PAGANELLI ALLA CITTA’ DI CINISELLO BALSAMO IN MEMORIA DEI FONDATORI VIRGINIA E BALILLA PAGANELLI OPERA DEL MAESTRO SILVANO VISMARA 11 OTTOBRE 1998


Scultura
DOVE
In piazza Balilla Paganelli, nei giardini pubblici.

QUANDO
L’opera scultorea inaugurata la mattina dell’11 ottobre 1998, in occasione della 10^ edizione della Spiga d’Oro che quell’anno fu assegnata al Cavalier Giordano Meggiarin, Presidente della Fondazione Paganelli fino al 2008, e alle Edizioni San Paolo.
Alla cerimonia erano presenti tra gli altri: il sindaco Daniela Gasparini, esponenti della Giunta e del Consiglio Comunale, vari imprenditori e il Consiglio di Amministrazione della Fondazione Paganelli.
In quell’occasione si esibirono la Filarmonica Paganelli ‘79 e il Coro CAI.

DEDICATO A
Opera donata dalla Fondazione Paganelli al Comune di Cinisello Balsamo per commemorare i fondatori Virginia Meroni e Balilla Paganelli, dove l’amore per i giovani ed i figli che non hanno mai potuto avere animano la costituzione della Fondazione Paganelli avvenuta nel 1985.
Alla morte gli stessi fondatori donarono i propri beni alla Fondazione affinché proseguissero nelle disposizioni statutarie.
Quest’anno la Fondazione Paganelli festeggia i 25 anni di attività.

CHI
Opera realizzata nel 1998 dall’artista Silvano Vismara, sculture, pittore, grafico.
Nato a Milano nel 1939, ha studiato pittura e scultura all’Accademia di Brera di Milano e alla Scuola Superiore d’Arte del Castello Sforzesco.
Premiato a Brera nel 1959/90 e medaglia d’Argento nel 1962/63/64, Medaglia di Bronzo alla Scuola Superiore d’Arte nel 1962/63/64

CARATTERISTICHE
Intitolata “Il lavoro è libertà”
E’ il primo monumento cittadino, realizzato in onore alla causa civile.
L’opera scultorea a tuttotondo in bronzo fuso poggia su un parallelepido in pietra ed è alta tre metri e venti centimetri. Il gruppo scultoreo.
alto tre metri e venti centimetri raffigurante il nucleo famigliare:
“ padre, madre e un giovane figlio collegati da un metro, simboleggiante la misura del tempo e del lavoro”.
Il giovane figlio che inizia la carriera lavorativa.